Per fare luce non serve troppa tecnologia

Si può scegliere di andare controcorrente e di prendersi una pausa da tanta tecnologia.

C’è tecnologia ovunque intorno a noi: nel telefono, in ufficio, a casa, in auto e per le strade. Non usiamo più solo le mani per interagire con questi strumenti, parliamo con loro, facciamo domande e aspettiamo le loro risposte. C’è molta tecnologia, anche dove non serve, anche dove è inutile.

Succede anche per la luce: lampadine e lampade intelligenti, sistemi di home automation e Internet delle Cose (IoT). Il semplice gesto di accendere la luce è stato sostituito da una tecnologia che lo rende quasi superfluo, che fa le scelte dell’illuminazione più adatta in base al momento del giorno o, addirittura, al tipo di musica che scegliamo di ascoltare.

Tutto questa tecnologia aumenta veramente il nostro benessere? In una casa, in un ufficio, in una stanza d’albergo, l’automazione migliora il nostro comfort? Forse no, almeno questa è la risposta che a Icone danno le richieste del mercato.

C’è un ritorno alla semplicità nella domanda d’illuminazione. Molti clienti dell’azienda chiedono lampade semplici da usare, soprattutto in ambito hospitality. La cura dell’ospite è al centro dell’esperienza del soggiorno negli hotel, e passa anche dalla facilità di usare gli strumenti a disposizione nelle stanze e nelle aree relax.

Per diminuire lo stress non serve la tecnologia, basta un clic, come quello che ti fa accendere la luce usando un interruttore posto lungo il filo della lampada.

SOCIAL

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi